paesaggi d’incanto

Le bellezze panoramiche e paesaggistiche rappresentano l’identità di un territorio al pari della sua storia e delle bellezze artistiche e monumentali. I paesaggi naturali e i luoghi impreziositi dalle opere degli uomini caratterizzano profondamente un territorio poiché rappresentano espressione di bellezze rare, integrazione di beni unici e sviluppo di culture e tradizioni tipiche. Per vivere pienamente un territorio, dunque, è necessario soffermarsi ad ammirare anche le sue bellezze paesaggistiche affinché si possa godere pienamente delle sensazioni e delle emozioni che esse ci evocano. La costa del golfo di Termini Imerese è caratterizzata da alcuni paesaggi naturali ed antropici pieni di fascino e bellezza da dover necessariamente essere sottoposti all’attenzione del visitatore.

1. Rupi di Catalfano e Capo Zafferano

Grazie alla loro bellezza paesaggistica ed importanza naturalistica, le rupi ed i promontori costieri compresi tra Bagheria e Santa Flavia rientrano nella Rete Natura 2000, rete europea che annovera i siti naturalistici più belli e significativi d’Europa.

 

2. Arco Azzurro

Nell’area S.I.C. “Rupi di Catalfano e Capo Zafferano” è compreso un arco roccioso naturale a strapiombo sul mare tra i più romantici al mondo: l’arco azzurro di Mongerbino. Formatosi in seguito al crollo della volta di una grotta marina causato dall’abbassamento del livello del mare, l’Arco Azzurro rappresenta ciò che rimane dell’ambiente ipogeo emerso.

3. Sant’Elia

Suggestiva e pittoresca borgata marinara, Sant’Elia è una piccola frazione del Comune di Santa Flavia situata su un’altura dalla quale è possibile ammirare un panorama esclusivo e suggestivo, da Capo Zafferano a Solanto.

4. Baia di Settefrati e spiaggia Salinelle

Settefrati comprende un tratto di costa compreso fra Capo Plaia e Mazzaforno, nel territorio di Cefalù, tratto di costa finora sfuggito all’espansione edilizia grazie alla presenza di un’ampia tenuta appartenuta ai Baroni Ortolani di Bordonaro che comprende un Castello, un baglio fortificato risalente al XVI secolo con annessa chiesetta di Santa Felicita ed un’ampia superficie pianeggiante occupata da oliveti secolari di particolare pregio.

 5. Cefalù

La suggestiva bellezza di Cefalù ha conferito alla città marinara l’appellativo di “Perla del Tirreno”, non soltanto per la sua storia, arte e cultura ma soprattutto per le sue bellezze paesaggistiche.

6. Capo Rais Gerbi

Nel forte contrasto tra il verde della macchia mediterranea e l’azzurro del mare spicca il promontorio di Capo Rais Gerbi, ricco di calette ed insenature di unica bellezza. Il promontorio chiude ad oriente la spiaggia limitrofa affollata di turisti durante il periodo estivo e consente un riparo sicuro alle imbarcazioni che vi stazionano per godere dello splendido mare e del paesaggio montuoso sullo sfondo