Progetto ITET DON LUIGI STURZO

Progetto: NUOVE COMPETENZE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

Il progetto si articola in 3 moduli di alternanza di 120 ore ciascuno da svolgere in ambito locale. L’intervento si rivolge agli studenti delle quarti classi per promuovere nuove competenze in linea con i fabbisogni della filiera connessa alla valorizzazione dei prodotti tipici e alla valorizzazione delle risorse culturali, ambientali, economiche ed ecomuseali . Queste competenze dovranno rapportarsi organicamente alle iniziative di sviluppo portate avanti dalla rete di soggetti pubblici e privati che sostengono le attività proposte:

1.Impresa locale fra tradizione e innovazione per valorizzare i prodotti tipici
2.Turismo culturale e scolastico per lo sviluppo del territorio
3.Nuove competenze per la valorizzazione e la fruizione degli ecomusei
Per ognuno di questi tre moduli, l’affiancamento operativo e il tutoring aziendale saranno preceduti da una fase iniziale di orientamento e di contestualizzazione volta ad evidenziare le problematiche da affrontate e le opportunità che offre il settore attraverso la predisposizione di un piano di inserimento e di crescita professionale strettamente rapportato alle attitudini personali e ai reali fabbisogni del settore e del territorio. E’ opportuno sottolineare come i percorsi formativi proposti potranno avere significativi sviluppi nella progettazione delle iniziative che gli attori territoriali coinvolti porteranno avanti per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva delle aree di riferimento.

L’obiettivo del progetto è quello di potenziare ed arricchire la valenza dei percorsi di alternanza, costruendo un rapporto sempre più organico e innovativo tra curricolo e ed esperienza lavorativa in risposta delle esigenze reali degli allievi e delle imprese. Ci si propone di raccordare la domanda all’offerta di lavoro, rafforzando le basi culturali dei giovani e le loro capacità operative in un’area strategica dello sviluppo economico territoriale, quella dei servizi legati al turismo culturale, alla valorizzazione dei prodotti tipici locali e alla promozione di nuove forme di fruizione museale. I moduli proposti sono finalizzati a impegnare attivamente i giovani in attività di alternanza in cui possano operare attivamente e diventare protagonisti di iniziative specifiche volte a rilanciare la vocazione culturale, sociale ed economica del territorio. Si punterà allo sviluppo delle competenze trasversali necessarie per la valorizzazione delle risorse e dei prodotti del territorio, con specifico riferimento: a) alle competenze gestionali, linguistiche e digitali più coerenti con le esigenze promozionali nei nuovi scenari dell’economia globale; b) alle competenze organizzative e relazionali che occorrono per favorire l’innovatività dei processi aziendali, per sostenere i programmi di sviluppo e per promuovere l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali in rapporto ai fabbisogni reali e alle opportunità che offrono le azioni di sviluppo locale.

 

L’intervento progettuale prevede la realizzazione di un modulo di complessive 120 ore rivolto a 15 alunni provenienti da diverse classi quarte. Il modulo si articolerà in tre fasi:

  1. ORIENTAMENTO
  2. CONTESTUALIZZAZIONE E INSERIMENTO NELLE ATTIVITÀ DELLE STRUTTURE OSPITANTI
  3. ATTIVITÀ DI AFFIANCAMENTO OPERATIVO E DI TUTORING PRESSO LE STRUTTURE OSPITANTI

 

OBIETTIVI /DIDATTICI E FORMATIVI

Obiettivo prioritario del modulo è quello di realizzare uno specifico intervento di alternanza scuola lavoro su base locale finalizzato alla promozione di competenze tecniche, organizzative e relazionali legate alle attività degli Ecomusei.

Dopo una fase introduttiva finalizzata alla conoscenza delle problematiche generali e delle opportunità offerte dal sistema Ecomuseale Italiana le attività di alternanza saranno indirizzate allo sviluppo di:

  • Capacità organizzative nella promozione, valorizzazione e messa in rete di percorsi ed itinerari volti alla conoscenza del patrimonio territoriale nelle sue componenti ambientali, economiche e storico-culturali.
  • Capacità operative nella promozione di nuovi modelli di sviluppo sostenibile legati alla valorizzazione e alla fruizione degli Ecomusei in ambito regionale, nazionale e internazionale.
  • Capacità di promuovere la partecipazione attiva dei giovani alla valorizzazione e alla tutela dell’identità e dei caratteri distintivi degli Ecomusei.
  • Capacità operative nella promozione e nell’organizzazione di mostre, workshop ed eventi finalizzati al coinvolgimento del pubblico e di gruppi specifici di visitatori nella fruizione delle risorse e dei servizi offerti dagli Ecomusei.
  • Capacità di utilizzo di tecniche di gestione amministrativa e commerciale degli Ecomusei.
  • Capacità di utilizzo di tecniche di marketing e di commercializzazione dei percorsi e degli itinerari proposti dagli Ecomusei in ambito regionale, interregionale e transnazionale. • Capacità di analisi quali-quantitativa sulla fruizione degli Ecomusei.
  • Capacità di utilizzo delle tecniche di customer satisfaction e di appositi strumenti (rilevazione, somministrazione, analisi dei dati, reporting) predisposti per misurare e valutare il grado di soddisfazione delle diverse tipologie dei visitatori.
  • Capacità di utilizzare in modo creativo i social network e le tecnologie digitali per la socializzazione dei caratteri distintivi e dei valori sottostanti agli Ecomusei, favorendo il protagonismo dei giovani nella loro valorizzazione e nella loro tutela.
  • Capacità organizzative finalizzate alla cooperazione in rete degli Ecomusei in un’ottica di sviluppo integrato dei territori.
  • Capacità di orientamento per l’inserimento occupazionale e la promozione di nuove iniziative imprenditoriali nella filiera degli Ecomusei.

 

CONTENUTI E ATTIVITA’ ORIENTAMENTO

  • Analisi delle potenzialità e delle attitudini dei singoli allievi
  • Adeguamento dell’azione di alternanza alle esigenze e alle vocazioni dei singoli partecipanti.
  • Analisi delle tendenze in atto nel mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi e professionali delle imprese che operano nel settore;
  • Individuazione delle opportunità occupazionali nel settore e nel territorio di riferimento • Individuazione degli elementi fondamentali per la costruzione di una professionalità coerente con le possibilità occupazionali della filiera degli Ecomusei.
  • Sostegno alla elaborazione del progetto di vita e di lavoro dei giovani destinatari dell’intervento.

 

CONTESTUALIZZAZIONE E INSERIMENTO NELLE ATTIVITÀ DELLE STRUTTURE OSPITANTI

  • Analisi dell’offerta e della domanda ecomuseale a livello locale e nazionale;
  • modalità di fruizione delle risorse ecomuseali;
  • problematiche, opportunità e prospettive di sviluppo relative alle iniziative ecomuseali nell’ambito del turismo culturale, ambientale e sociale con specifico riguardo ai processi valorizzazione e fruizione in ambito territoriale, nazionale e internazionale:
  • problematiche e tendenze che investono i soggetti pubblici e privati che operano nell’area dell’offerta ecomuseale;
  • Predisposizione di piani personalizzati di inserimento all’interno delle strutture ospitanti.

 

ATTIVITÀ DI AFFIANCAMENTO OPERATIVO E DI TUTORING PRESSO LE STRUTTURE OSPITANTI

In questa fase assumeranno rilievo le attività di tutoring e di affiancamento connesse alla promozione del ruolo assunto dagli Ecomusei per la diffusione della conoscenza e la fruizione del patrimonio culturale ed ambientale dei territori interessati:

  • Analisi e individuazione di percorsi ed itinerari ecomuseali (singoli e in rete) finalizzati alla conoscenza del patrimonio territoriale nelle sue componenti ambientali, economiche e storico-culturali .
  • Analisi dei modelli di sviluppo sostenibile attivati dagli ecomusei nel contesti territoriali di riferimento.
  • Tecniche di organizzazione di workshop, mostre ed eventi finalizzati a sensibilizzare i visitatori sui valori e sulle opportunità attrattive dell’offerta ecomuseale.
  • Tecniche di gestione amministrativa e commerciale degli Ecomusei.
  • Tecniche di marketing e di commercializzazione degli itinerari proposti dagli Ecomusei in ambito regionale, interregionale e transnazionale.
  • Analisi dei dati e analisi qualitativa sulla fruizione degli Ecomusei.
  • Tecniche di customer satisfaction e strumenti di somministrazione, rilevazionee reporting sui livelli di gradimento dell’offerta ecomuseale.
  • Pratiche di utilizzo dei social network e delle tecnologie digitali per la socializzazione dei valori sottostanti al paesaggio.
  • Analisi dei rapporti e delle pratiche di cooperazione tra gli Ecomusei finalizzata allo sviluppo integrato dei territori
  • Analisi e individuazione delle opportunità lavorative che offre la filiera degli Ecomusei .

 

METODOLOGIE D’INTERVENTO

Nelle attività di alternanza gli allievi opereranno in situazioni significative di apprendimento nei reali contesti lavorativi:

  • affiancamento e assistenza personalizzata nello svolgimento dei compiti operativi;
  • utilizzo delle tecnologie operative, della strumentazione di lavoro e della documentazione realmente prodotte nelle strutture ospitanti;
  • riflessione sulle problematiche organizzative e sulle opportunità connesse all’uso delle nuove tecnologie ed in particolare di quelle concernenti la comunicazione interna ed esterna;
  • colloqui personalizzati sulle difficoltà delle mansioni e sulla loro importanza nell’organizzazione e nella dinamica aziendale;
  • predisposizione di materiale informativo e divulgativo di prodotti e di servizi in situazione reali;
  • predisposizione di appositi dossier sull’attività svolta.